Da Wind il corto “Papà,”



Schermata 2014-08-27 alle 15.51.20
“A volte, per comunicare davvero, la tecnologia non è tutto”: con questa didascalia si chiude il cortometraggio realizzato da Wind , e diffuso sul web, che ha per protagonista un uomo che si appresta ad affrontare un lungo viaggio per rivedere il proprio papà, perché il piacere di riabbracciare una persona cara mai potrà essere sostituito dalla tecnologia. Non c’è smartphone che tenga, che possa far prevalere la propria tecnologia (videochiamate, chat, social network, foto e video) sulle emozioni che si provano incontrando dal vivo una persona con la quale si vuole stare in contatto.
Wind ha sempre dimostrato di essere “qualcosa di più” di un semplice fornitore di servizi telefonici. L’azienda italiana, nel corso degli anni, ha spesso e volentieri comunicato il giusto interessamento nei confronti delle tematiche sociali più delicate in Italia, e quelle della distanza e del viaggio “difficile”, sono tematiche facilmente affrontabili nel campo delle comunicazioni.
Il video che trovate in calce a questo articolo, è il cortometraggio di pochi minuti firmato Wind e intitolato “Papà,”. L’episodio dell’incontro tra padre e figlio è soltanto uno dei possibili episodi nei quali il contatto “reale” supera quello “virtuale”: pensate anche alle coppie di innamorati, o a due amici che si conoscono da tempo e non riescono più a frequentarsi per via delle lunghe distanze. I telefonini aiutano a ridurre virtualmente le distanze, ma tutti i gigabyte di traffico internet al mondo non basterebbero a compensare il gesto di un abbraccio o di due chiacchiere fatte dal vivo. Non dimenticatelo mai!