Birra Peroni e i misteriosi “segni” nelle campagne romane



È stata rivelata la misteriosa comparsa di incredibili disegni trovati nei campi di orzo, nelle campagne di alcune località italiane, proprio alla vigilia della mietitura. Un video segnalato su You Tube e alcune foto girate nel web, articoli su alcuni siti, hanno parlato proprio “di segni misteriosi comparsi nella notte”. Immagini che lasciavano pensare ad uno sbarco di alieni o a suggestioni ricreate volutamente da artisti contemporanei e che invece hanno svelato un intento ben preciso.

Nessuno poteva immaginare che quegli enigmatici cerchi comparsi in tre campi d’orzo del centro Italia nascondevano in realtà un’icona ben nota a tutti noi: il tappo della birra Peroni. E’ così che distese rigogliose di spighe ambrate, ormai prossime alla mietitura, sono state tagliate in modo da rappresentare il simbolo che racchiude in sé l’emblema della qualità e dell’eccellenza. Peroni, nella sua ultracentenaria tradizione birraia, seleziona accuratamente e utilizza le migliori spighe di orzo per produrre una birra fatta di malto 100% italiano.

Per il progetto “Segni nei Campi”, Peroni ha coinvolto alcune aziende agricole nelle quali, proprio in questo periodo si raccoglie l’orzo che, una volta maltato, viene poi cotto per dare origine ad una birra sana, dorata e di alta qualità.

Quella dei segni nei campi è una storia appassionante che ha preso forma in tre aziende agricole situate nella provincia di Viterbo, in zona Bicoca, in Abruzzo vicino L’Aquila, a San Giorgio ne Vestini e ancora nel comune di Cisterna di Latina. Il progetto ha richiesto tanto lavoro e non è stato semplice coinvolgere così tante persone, realizzare video, foto, riprese aeree: l’obiettivo importante di tutta l’operazione era far conoscere ai consumatori la qualità del malto, l’attenta cura per le materie prime, il grande lavoro della terra e quella immensa passione che c’è dentro ogni bottiglia di birra Peroni. E’ solo grazie a questa sinergia che i prodotti della famiglia Peroni sono oggi apprezzati non solo in Italia, ma in tutto il mondo e non è un caso che questi abbiano vinto quest’anno gli Awards al New York International Beer Competition 2013, Monde Selection 2013 e Superior Taste Award 2013 di Bruxelles.

A proposito del progetto “Segni nei Campi” proprio il Mainstream & Economy Marketing Manager

di Birra Peroni Cristiano Marroni ci racconta: “Abbiamo scelto di apporre il nostro marchio sui terreni dove raccogliamo l’orzo visto che la nostra eccellenza si basa sull’utilizzo del malto 100% italiano e la raccolta di un buon orzo è elemento essenziale per la qualità del prodotto. La mietitura è, anche ai giorni nostri, un rito che si rinnova e va salutato nel migliore dei modi e quest’anno abbiamo voluto addirittura rappresentarlo sotto forma artistica. I nostri terreni sono parte integrante del nostro patrimonio culturale, sono segni distintivi delle nostre origini, infatti siamo la birra per eccellenza scelta dagli italiani”.
per